Glossario Rotariano

Glossario dei termini e delle espressioni in uso nel Rotary

Amministrazione del club
L’amministrazione ordinaria del club è affidata al Consiglio direttivo, quella straordinaria compete all’assemblea dei soci che delibera sulle proposte o mozioni presentate dal Consiglio direttivo, approvandole o respingendole.

Annuario
Il RI pubblica un annuario generale in inglese, l’Official Directory che contiene sia le notizie sulla struttura del RI che l’elenco di tutti i club, i dati dei presidenti e segretari e gli orari e luoghi dello loro riunioni. Annualmente viene pubblicato un Annuario dei Distretti italiani.

Aree prioritarie d’intervento
Sono quelle indicate dal RI ai club e distretti che intendano condurre o sponsorizzare progetti di volontariato. In questi ultimi anni le aree prioritarie sono : Gestione delle acque – Alfabetizzazione – Salute e fame – la Famiglia del Rotary.

Assemblea di club
Riunione di tutti i dirigenti, i membri del consiglio direttivo e i presidenti delle commissioni, condotta allo scopo di discutere i programmi e le attività del club. Non è una assemblea deliberante e viene sempre convocata in occasione della visita del Governatore.

Assemblea dei soci
Riunione ordinaria di tutti i soci del club purchè presenti in numero legale (1/3 dei soci attivi), abilitata a votare le risoluzioni o mozioni che riguardano la straordinaria amministrazione del club presentate dal Consiglio Direttivo. La convocazione dell’assemblea deve essere comunicata ai soci con almeno 10 giorni di preavviso. L’assemblea delibera con la maggioranza prevista dal Regolamento del Club. Una assemblea dei soci deve essere convocata ogni anno, entro il 31 dicembre, per l’elezione delle cariche sociali.

Assemblea distrettuale (ASDI)
Riunione formativa organizzata ogni anno, preferibilmente in aprile o maggio, per i presidenti entranti e i soci incaricati di svolgere mansioni dirigenziali nell’anno a venire. Vedi anche Regolamento RI 15.020. e Statuto RC 9 (c)

Assemblea internazionale
Riunione annuale dedicata alla formazione di tutti i governatori entranti ma alla quale partecipano anche alti dirigenti e altri funzionari designati dal Consiglio centrale.

Assiduità
Requisito di partecipazione alle riunioni settimanali dei club, fondamentale per l’efficienza del club, elemento caratterizzante dell’appartenenza del socio al Rotary.

Assistente del governatore (AG)
Past Presidente di club, nominato dal governatore e incaricato di assisterlo nell’amministrazione di un gruppo di club.

Azione rotariana (Vie d’azione)
Le vie d’azione sono quattro e costituiscono il fondamento teorico e di indirizzo della vita del club.

Azione interna
Riguarda le attività che un socio intraprende all’interno del proprio club per assicurarne il buon funzionamento.

Azione d’interesse pubblico
Riguarda le iniziative intraprese dai soci, talvolta in collaborazione con altri (p.e. Club Rotaract o Interact, Gruppi rotariani comunitari ecc.), per migliorare la qualità della vita all’interno della località del club.

Azione internazionale
Include tutto ciò che un Rotariano può fare per promuovere l’intesa, la tolleranza e la pace tra i popoli mediante contatti personali e professionali, viaggi, scambi e comunicazioni varie.

Azione professionale
Ha lo scopo di promuovere l’osservanza di elevati principi morali nell’esercizio di ogni professione, riconoscere la dignità di ogni occupazione utile e diffondere il valore del servizio, motore e propulsore ideale di ogni attività. I club la praticano intraprendendo attività che permettano ai soci di mettere la loro esperienza e competenza professionali al servizio della comunità. I soci, oltre a partecipare a tali iniziative, sono chiamati a comportarsi personalmente e professionalmente in conformità ai principi del Rotary.

Classifica ( Classificazione professionale)
Sistema mediante il quale i soci, al momento dell’ammissione, sono assegnati dal club ad una particolare classifica in base alla professione o all’attività lavorativa esercitata.

Club efficiente
È così definito un club che: 1) conserva il numero dei soci o lo aumenta; 2) attua progetti di volontariato che rispondono alle esigenze della propria comunità e di quelle di altri Paesi; 3) sostiene la Fondazione Rotary sia finanziariamente che partecipando ai suoi programmi; 4) produce dirigenti capaci di servire a livello distrettuale e internazionale.

Commissione internazionale
Commissione istituita dal Presidente del RI e composta da vari consiglieri incaricati di offrire consulenza al Consiglio centrale in merito a un argomento specifico.

Commissione distrettuale
Commissioni istituite dal Governatore in carica, composte da rotariani del Distretto e finalizzate ad assistere i club nel perseguire le loro iniziative.

Compensazione assenze
Secondo quanto stabilito dall’art. 8 dello Statuto tipo del club, un Rotariano che risulti assente a una riunione del proprio club può recuperarla (nei 14 giorni precedenti o successivi alla data della riunione) partecipando alla riunione di un altro club (rotariano) ed evitando così possibili sanzioni. In tal caso, il recupero è comunicato mediante un’apposita comunicazione che il segretario del club visitato invia al segretario del club del socio visitatore.

Congresso distrettuale
Riunione annuale intesa a promuovere il programma del Rotary mediante presentazioni, interventi e dibattiti, aperta a tutti i rotariani del Distretto e ai loro familiari.

Congresso internazionale (Convention)
Riunione annuale del Rotary International, avente lo scopo di informare e ispirare i rotariani a livello mondiale. In tale occasione, i delegati dei club di tutto il mondo eleggono i dirigenti del RI per l’anno successivo, inclusi il presidente e i membri del Consiglio centrale.

Consiglio centrale
Organo amministrativo che dirige e controlla gli affari del Rotary International. E’ composto da 19 membri: il presidente, il presidente entrante e altri 17 consiglieri nominati dai club delle Zone indicate nel Regolamento del RI ed eletti al Congresso internazionale per un periodo di due anni.

Consiglio di legislazione
Organo legislativo del Rotary International, previsto dall’art. 10 del suo Statuto e dall’art. 8 del suo Regolamento. Nel corso di riunioni triennali, il consiglio (costituito dai delegati di tutti i distretti rotariani) prende in esame e decide in merito alle proposte debitamente formulate dai club, dai congressi distrettuali, dal consiglio generale o da un Congresso del RIBI, dal Consiglio centrale del RI e dallo stesso Consiglio di legislazione.

Consiglio direttivo
Organo, composto da dirigenti e consiglieri, a cui è affidata l’ordinaria amministrazione di un club, costituito in base al Regolamento adottato dal medesimo.

Dirigenti di club
Sono il presidente, il presidente entrante, uno o più vicepresidenti, il segretario, il tesoriere e il prefetto,

Dirigenti internazionali (RI Officers)
Sono i membri del Consiglio centrale, il segretario generale e i governatori distrettuali, nonché il presidente, il presidente uscente, il vicepresidente e il tesoriere onorario del RIBI ( Rotary International in Gran Bretagna e Irlanda).

Distretto
Area geografica all’interno della quale i club sono raggruppati per esigenze amministrative. Il Distretto è affidato dal R.I. ad un Governatore che ne è il rappresentante.

DG = Governatore – District Governor

DGE = Governatore Eletto – District Governor Elected (successivo al Governatore)

DGN = Governatore Nominato – District Governor Nominee (successivo al Governatore Eletto)

DRFC = Presidente Commissione Rotary Foundation – District Rotary Foundation Chairman

Effettivo
Espressione indicante l’insieme dei soci di un club rotariano o dell’intera associazione.

Emblema del Rotary
Simbolo del Rotary International consistente in una ruota a sei raggi e 24 denti, con una scanalatura a chiave al centro. Di colore blu reale e giallo-oro, è portato dai Rotariani sotto forma di un distintivo appuntato sul petto.

Emendamento
Provvedimento legislativo adottato dal Consiglio di Legislazione e inteso a modificare lo Statuto del RI, il suo Regolamento o lo Statuto tipo del club (cfr. risoluzione).

Espansione esterna
Espressione che indica l’istituzione di club in aree dove il Rotary non sia presente. L’opera è svolta dai governatori dei distretti interessati in collaborazione con la segreteria generale oppure, in aree che non rientrano in un distretto, da un’apposita commissione internazionale sotto le direttive del Consiglio centrale.

Espansione interna
Consiste nell’incremento dell’ effettivo di un club mediante la cooptazione di soci che contribuiscano a rappresentare l’intera gamma di professioni o di attività presente nel territorio attribuito al club.

Fondazione Rotary (Rotary Foundation)
Associazione senza scopo di lucro che riceve contributi e distribuisce fondi a sostegno di programmi educativi e umanitari realizzati dai club e dai distretti rotariani. La missione della Fondazione è di assistere il Rotary International nella realizzazione dello Scopo del Rotary (v.) e nella promozione della comprensione e della pace nel mondo tramite programmi culturali, educativi e umanitari svolti a livello locale,nazionale e internazionale. (per maggiori dettagli consultare la breve Guida rapida della Fondazione Rotary)

Fondo distrettuale

Ogni distretto ha la facoltà di istituire un “fondo distrettuale” destinato a finanziare i progetti, l’amministrazione e la crescita del Rotary all’interno del distretto. Il finanziamento di questo fondo deve essere assicurato da tutti i club del distretto per mezzo di una quota distrettuale pro capite stabilita in base alla compagine sociale di ciascun club. L’ammontare di questa quota può essere stabilita dall’assemblea o dal Congresso distrettuale. (RCP 22.020.1.) Per i club che non abbiano pagato la quota di contribuzione distrettuale per più di sei mesi è prevista la sospensione dei servizi di segreteria. (RRI 15.060.3.)

Giornata dell’intesa e della pace nel mondo
Il 23 febbraio 1905, anniversario della fondazione del Rotary, si celebra anche la Giornata dell’intesa e della pace nel mondo. In tale occasione i club riaffermano l’impegno rotariano nei confronti dell’amicizia, della tolleranza e della pace tra i popoli.

Governatore del Distretto
E’ il dirigente e massimo rappresentante del RI nel distretto, nominato dai club ed eletto dal congresso del RI, incaricato di amministrare, sotto la sua diretta supervisione, i club di un distretto. Il suo mandato inizia il primo luglio e termina il trenta giugno successivo o fino a quando non sia stato eletto e insediato il suo successore.

Guida alla pianificazione di club efficienti
Strumento usato dai presidenti entranti, in collaborazione con i dirigenti distrettuali e di club, per fissare obiettivi nelle quattro aree che definiscono un club efficiente, come anche nell’ambito generale dell’amministrazione. La guida suggerisce inoltre strategie comuni di cui i club possono servirsi per conseguire gli obiettivi stabiliti.

Informazione rotariana
Espressione indicante:(1) l’educazione dei soci allo Scopo, ai principi e all’evoluzione del Rotary e delle sue Quattro vie d’azione; (2) lo sviluppo del senso di responsabilità e dell’impegno che ogni Rotariano esprime dedicandosi personalmente a servire gli ideali del Rotary.

Interact
Club per giovani di età compresa fra i 14 e i 18 anni, sponsorizzato da un club rotariano e dedito alla promozione dei valori umanitari e pacifisti che ispirano l’associazione.

Istituto di Zona
Riunione formativa e informativa per governatori in carica, uscenti ed entranti, e altri dirigenti del RI provenienti dai distretti di una o più Zone. Gli Istituti intendono informare i partecipanti sui più recenti programmi del Rotary e suggerire nuove idee.

Lettera mensile del governatore
Comunicazione che tratta argomenti d’interesse specifico ed è inviata mensilmente dal governatore al presidente e al segretario di ogni club del distretto.

Località di un club
Espressione indicante l’area in cui ha sede un club, i cui limiti territoriali sono indicati nell’art. 3 del suo Statuto. Un club può condividere una stessa località con uno o più club già esistenti.

Marchi Rotary
Espressione che indica collettivamente gli emblemi e i marchi di servizio che costituiscono la proprietà intellettuale del Rotary International

Mesi speciali
Designati dal Consiglio centrale allo scopo di stimolare la partecipazione di tutti i soci alle attività dell’associazione sono: il Mese dell’espansione interna ed esterna (agosto), il Mese delle nuove generazioni (settembre), il Mese dell’Azione professionale (ottobre), il Mese della Fondazione Rotary (novembre),il Mese della Famiglia (dicembre), il Mese della sensibilizzazione al Rotary (gennaio), il Mese dell’intesa mondiale (febbraio), il Mese dell’alfabetizzazione (Marzo) il Mese della rivista rotariana(aprile) e il Mese dell’Amicizia (giugno).

Partecipazione (al club)
E’ l’insieme di assiduità, di contributo di idee e opere e di disponibilità ad assumere incarichi nel club che realizza il vero essere un Rotariano.

Paul P. Harris – (1868-1947)
Indicato come il Fondatore del Rotary è colui che diede vita al primo club rotariano a Chicago nel 1905, unitamente a G.Loehr, S.Schiele e H.Shorey.

Paul Harris Fellow (PHF)
Titolo conferito a una persona che dia, o in nome della quale sia dato, un contributo di mille (1.000) dollari alla Fondazione Rotary: il titolo dà diritto a ricevere un distintivo dedicato.

Piano direttivo del club
Struttura organizzativa prevista per i club, in analogia con il Piano direttivo del distretto, allo scopo di renderli più efficienti e di facilitarne una gestione più semplice ed efficace. Le procedure consigliate mirano ad assicurare una continuità di gestione, un miglior flusso delle comunicazioni e una più attiva partecipazione alla vita del Rotary. Attraverso la Guida alla pianificazione strategica (vedi) i club attuano una corretta pianificazione e individuano i loro obiettivi

Piano direttivo del distretto
Struttura organizzativa prevista per tutti i distretti rotariani, definisce responsabilità e mansioni specifiche per gli Assistenti del governatore e le commissioni distrettuali, nonché limiti relativi alla durata dei loro mandati e al numero di mandati possibili.

PolioPlus
Iniziativa lanciata dal Rotary International e dalla Fondazione Rotary allo scopo di eliminare la poliomielite nel mondo e considerato una “priorità assoluta” fino al conseguimento del suo obiettivo.

Programmi ufficiali
Espressione dal RI usata per indicare collettivamente Interact, Rotaract, Rotary Community Corps, Circoli professionali rotariani, Scambi di amicizia rotariana, Volontari del Rotary, RYLA, APIM e Scambi di giovani.

Prova delle quattro domande
Ideata nel 1932 da Herbert J.Taylor, poi Presidente Internazionale 1954-1955, è una guida morale per i rotariani, e si esprime così:
Ciò che io penso, dico o faccio:

  1. risponde alla verità ?
  2. è giusto per tutti gli interessati ?
  3. produrrà buona volontà e migliori rapporti d’amicizia ?
  4. sarà vantaggioso per tutti gli interessati ?

Pubblicazioni rotariane
Promuovono lo Scopo del Rotary in tutti i suoi aspetti. Oltre alla rivista ufficiale in lingua inglese “The Rotarian” (vedi) il RI pubblica “Rotary World” in italiano (vedi). Il Consiglio Centrale ha approvato riviste regionali ufficiali come “Rotary” per i rotariani di lingua italiana. Ogni rotariano è obbligato ad abbonarsi a “The Rotarian” o alla rivista regionale ufficiale. Il costo dell’abbonamento è compreso nella quota trimestrale che i club versano al distretto per ogni socio.

Quote di ammissione e quote sociali
Ogni socio attivo è tenuto a pagare una quota di ammissione e quote sociali annuali per l’importo stabilito dal proprio club.

Rapporto presenze
Resoconto delle presenze e delle assenze alle riunioni settimanali, che ogni club deve inviare mensilmente al governatore del distretto di appartenenza, secondo quanto stabilito dal Regolamento del Rotary International.

Rappresentante presidenziale
Rotariano incaricato dal presidente del RI di partecipare e di rappresentarlo a un congresso distrettuale.

Regolamento tipo del Rotary Club
E’ un documento legale redatto dal RI, contenente norme di comportamento e di gestione per i club e per i soci. Il Club può, con l’approvazione della propria Assemblea dei soci, apportare modifiche e variazioni al testo purchè queste non contrastino con i documenti costituzionali del RI (Statuto del RI, Regolamento del RI, Statuto del Rotary Club). Il RI raccomanda che le variazioni siano possibilmente limitate al rispetto delle leggi vigenti nel Paese in cui opera il Rotary Club.

Resoconto delle visite al club
Questionario compilato dall’assistente del governatore e/o dal governatore durante le visite ai club del distretto, allo scopo di valutare i progressi compiuti dai medesimi in relazione agli obiettivi fissati.

Resoconto finanziario distrettuale
Il resoconto revisionato offre un quadro sulle finanze del distretto relativamente ad un anno sociale. Nell’annata successiva a quella cui si riferisce, alla prima riunione distrettuale alla quale tutti i club hanno diritto di essere rappresentati, tale documento viene discusso e approvato e quindi inviato dal governatore al RI insieme con la relazione sul congresso (RCP 15.060)

RIBI – Rotary International in Gran Bretagna e Irlanda (RIBI)
Nome dell’associazione dei club rotariani in Gran Bretagna, Irlanda, sulle Isole della Manica e sull’Isola di Man.

Risoluzione
Delibera del Consiglio di legislazione che non emenda né contraddice i documenti costituzionali del RI, ma esprime un’opinione o formula una raccomandazione al Consiglio centrale (cfr. emendamento).

Rotaract
Club per giovani di età compresa fra i 18 e i 30 anni, sponsorizzato da un club rotariano e dedicato alla formazione di cittadini responsabili e impegnati nei confronti della comunità.

Rotarian, The
Organo ufficiale del Rotary, pubblicato mensilmente dal Rotary International.

Rotary
Denominazione che abbraccia l’insieme dei club rotariani e dei loro soci, lo spirito che li anima, i principi, le attività e le tradizioni che li caratterizzano, nonché lo scopo e gli obbiettivi che intendono realizzare

Rotary Club
E’ un’associazione di servizio, membro del RI, composta da persone che siano esponenti di primo piano dei più diversi settori professionali ed economici locali. Alla sua costituzione e ammissione al RI al Club è assegnato un nome (Rotary Club ………….….) e un ambito territoriale nel quale operare.

Rotary International
E’ l’associazione dei Rotary club organizzati e funzionanti conformemente allo Statuto e al Regolamento del RI e allo Statuto e al Regolamento tipo del club. Il primo club nasce a Chicago il 23 febbraio 1905 come prima associazione di “service” in ordine di tempo. In Italia il primo club è stato quello di Milano (1923). Al 1° luglio 2006 il RI è presente in 168 Paesi con 32.766 Club in 546 distretti e 1.222.788 Rotariani.

Rotary Code of Policies (RCP)
Raccolta delle norme generali e permanenti del Rotary International.

Rotary World
Notiziario pubblicato quattro volte all’anno in nove lingue (anche in italiano) e destinato ai club, ai distretti e ai dirigenti rotariani. Contiene informazioni sui programmi del RI e della Fondazione Rotary e notizie provenienti dai club e dai distretti.

RYLA – Rotary Youth Leadership Awards
Seminari per giovani di età compresa fra i 14 e i 30 anni, organizzati a livello di club, distrettuale, multidistrettuale e internazionale e intesi a sviluppare senso civico, qualità individuali e doti di leadership nei partecipanti.

Scambi di amicizia rotariana
Programma ufficiale del RI che favorisce i rapporti internazionali mediante visite incrociate di soci e loro familiari residenti in Paesi diversi.

Scambi di giovani
Programma ufficiale per studenti di scuola media secondaria superiore (15-19 anni) che hanno la possibilità di compiere soggiorni di studio e approfondimento culturale in un Paese straniero. I partecipanti sono scelti in base a criteri specifici stabiliti dal Consiglio centrale e sponsorizzati dai club o dai distretti di entrambi i Paesi, quello di residenza e quello ospite.

Scopo del Rotary
Lo Scopo del Rotary, definito all’art. 4 dello Statuto del RI e all’art. 3 dello Statuto tipo del Rotary club, è diffondere l’ideale del servire inteso come motore propulsore di ogni attività.

Sede centrale
Sede della segreteria generale del Rotary International a Evanston, nell’Illinois (USA).

SEFR – Seminario Fondazione Rotary
Riunione formativa aperta a tutti i rotariani del distretto, tesa ad incrementare il sostegno dei soci alla Fondazione dando loro una panoramica completa dei suoi programmi e delle sue iniziative, sia in termini di contribuzioni sia in termini di partecipazione.

Segretario generale
E’ uno degli “alti dirigenti” del R.I. Sotto la direzione del Consiglio Centrale, il Segretario generale (che ricopre la stessa carica in seno alla Fondazione Rotary) sovrintende all’amministrazione dell’intera organizzazione.

Segreteria generale
Organo amministrativo del RI, composto dal Segretario generale, dal personale della sede centrale e dagli uffici internazionali.

SINS – Seminario d’istruzione dei Nuovi Soci
Riunione formativa di iniziativa distrettuale nell’annata 2006-2007 alla quale ogni club del distretto è impegnato a inviare due soci di recente cooptazione. Essa ha lo scopo di fornire ai nuovi soci alcune nozioni di base, di stimolare il loro interesse per un più rapido apprendimento dei principi, della struttura e delle attività del Rotary e di indicare loro il miglior percorso formativo, avvalendosi degli ausili disponibili sia cartacei che informatici oltre a quelli specifici disponibili nei loro club.

SISD – Seminario d’istruzione della Squadra Distrettuale
Riunione distrettuale di formazione che si svolge in febbraio, dedicata agli Assistenti del Governatore ed ai Presidenti della commissioni distrettuali. Essa ha l’obiettivo di formare un gruppo coeso di dirigenti distrettuali che abbiano le capacità, le conoscenze e le motivazioni per aiutare i club a raggiungere il miglior grado di efficienza (vedi)

SIPE – Seminario d’istruzione dei presidenti entranti
Programma annuale di formazione dei presidenti entranti, organizzato preferibilmente in marzo. Il suo fine principale è di sviluppare presidenti di club dotati delle qualifiche, delle competenze e delle motivazioni necessarie a creare e mantenere un club che funzioni secondo i criteri di efficienza stabiliti dal Consiglio Centrale.

SISE – Seminario d’istruzione dei segretari entranti
Programma facoltativo di formazione che il Distretto 2070 organizza in parallelo con il SIPE per fornire ai Segretari nozioni e aggiornamenti relativi al loro incarico, con particolare riferimento alla modulistica e all’utilizzo dei supporti informatici.

“Servire al di sopra di ogni interesse personale” (Service Above Self)
Motto ufficiale del Rotary.

Socio attivo
Socio di un club ammesso come rappresentante di una categoria professionale e avente tutti gli obblighi, le responsabilità ei privilegi inerenti a tale affiliazione, quali sono stabiliti dallo Statuto e dal Regolamento del Rotary International e dallo Statuto del Rotary Club.

Socio fondatore
Socio ammesso a un club prima che il club sia ammesso ufficialmente al Rotary International.

Socio onorario
Persona ammessa a titolo onorario a un club in virtù dei risultati conseguiti al servizio degli ideali del Rotary. Il socio onorario è dispensato dal pagamento di quote sociali, non ha diritto di voto né può ricoprire una carica ufficiale all’interno del club. Può, tuttavia, partecipare a tutte le riunioni e godere di ogni altro privilegio. La durata dell’affiliazione è stabilita dal consiglio direttivo del club.

Sostenitore della Fondazione Rotary
Titolo conferito a chi versi un contributo iniziale di cento dollari (100 USD) al Fondo programmi della Fondazione Rotary e dichiari per iscritto la propria intenzione di rinnovare l’impegno ogni anno per un importo pari o superiore al contributo iniziale.

Statuto tipo del Rotary club
Statuto prescritto dal Regolamento del RI per ogni club ammesso al Rotary, non emendabile da parte del club (per eccezione vedi art.18 pf 2 Statuto R.Club)

Sviluppo dell’effettivo
Processo costante di espansione della base sociale mediante il reclutamento di nuovi soci, la conservazione di quelli esistenti e l’istituzione di nuovi club.

Tema del Rotary International
Messaggio che il Presidente dell’associazione rivolge ai club e ai soci per ispirarli nel corso dell’anno.

Tessera sociale
Documento d’identità formato tessera, il cui uso è raccomandato a tutti i club. Include spazi bianchi ove inserire il nome del socio, il nome del club, la data di scadenza della quota sociale, la firma del segretario del club e quella del socio cui la tessera è rilasciata. Le tessere possono essere acquistate da un rivenditore autorizzato.

Uffici internazionali (Rotary International Offices)
Uffici periferici della segreteria generale. Le sedi e le rispettive aree di competenza sono le seguenti: Buenos Aires (Argentina, Bolivia, Cile, Paraguay e Uruguay), Delhi (Bangladesh,India, Nepal, Pakistan e Sri Lanka), Parramatta (Australia, NuovaZelanda, Filippine e isole del Pacifico), San Paolo (Brasile), Seul (Corea del Sud),Tokyo (Giappone) e Zurigo (Europa, Africa e Mediterraneo orientale).

Volontari del Rotary
Programma rotariano che incoraggia i soci a mettere le loro competenze professionali al servizio di progetti e iniziative che ne hanno bisogno. L’abbinamento di risorse professionali e progetti di volontariato è reso possibile grazie a un’apposita banca dati gestita dal RI.

Zona (Zone)
Area geografica stabilita dal Consiglio centrale in conformità al Regolamento del RI allo scopo di raggruppare i club per eleggere i membri della commissione di nomina del presidente internazionale e dei consiglieri. Ogni zona è distinta da un numero da 1 a 34. I distretti italiani appartengono alla Zona 12.